SINDROME DEL CANALE DI GUYON

 

Che cosa è

 

Il canale di Guyon è il tunnel che il nervo ulnare attraversa per passare dall’avambraccio alla mano.
Esso si trova al lato interno del polso, e corre parallelo al canale carpale, dal quale è separato da una parete dello spessore di pochi millimetri. Analogamente al più conosciuto canale carpale, il canale di Guyon ha un pavimento formato dalle ossa del polso ed un soffitto, costituito da un legamento.
Nel canale di Guyon, oltre al nervo ulnare, sono contenute anche l’arteria e la vena ulnare.

 

Disegno schematico del canale di Guyon: il nervo ulnare (in giallo) attraversa il canale che si trova alla base del polso, passando al di sotto di un legamento (in bianco). Il pavimento del canale è formato dalle ossa del polso.

 

All’uscita dal canale di Guyon, il nervo ulnare si divide in due rami; essi portano lo stimolo per il movimento della maggior parte dei muscoli della mano e forniscono la sensibilità al dito mignolo e a metà dell’anulare. Nel suo passaggio attraverso questo canale, il nervo può risultare compresso.
Le cause della compressione possono essere l’ispessimento del legamento che forma il soffitto del canale, l’anomala dilatazione dei vasi sanguigni che passano nel canale assieme al nervo o eventuali cisti o lipomi presenti nel canale stesso.
Cause meno frequenti possono essere le fratture delle ossa del polso o l’artrite del polso.

 

Sintomi

I disturbi consistono in sensazione di formicolio e riduzione della sensibilità dell’anulare e del mignolo. È frequente uno sgradevole impaccio nell’eseguire i movimenti fini. Nei casi più avanzati si ha la tipica deformità “ad artiglio” della mano, che si instaura perchè viene meno lo stimolo che il nervo porta ad alcuni muscoli della mano.

 

Deformità ad artiglio.

 

Nella sindrome del canale di Guyon, spesso la sensibilità sul dorso della mano e delle dita è normale.
Questo perché il ramo nervoso che porta la sensibilità al dorso della mano e delle dita nasce dal nervo ulnare prima che il nervo stesso entri nel canale di Guyon.

 

   

In grigio sono illustrate le zone della mano con sensibilità anormale nella sindrome del canale di Guyon.

 

La diagnosi si basa sull’attenta valutazione dei disturbi lamentati dal paziente, sulla visita clinica, su un’eventuale esame ecografico (per valutare la presenza di cisti o lipomi nel canale), ed è confermata dall’elettromiografia. Questo è un esame eseguito da un neurologo, che misura la velocità con cui uno stimolo elettrico viene trasportato lungo il nervo ulnare dal cervello alla mano e viceversa, e valuta l’attività dei muscoli che ricevono lo stimolo dal nervo stesso. Nel punto in cui il flusso dello stimolo trova un ostacolo, l’esame evidenzia una diminuzione della velocità con cui gli stimoli stessi passano lungo il nervo.
N.B.: l’esame non costituisce la diagnosi, ma serve a comprovare il sospetto di sindrome del canale di Guyon.

 

Trattamento

 

Nelle forme molto iniziali, i farmaci anti-infiammatori ed un tutore rigido per il polso possono aiutare a diminuire l’intensità dei disturbi.

Se i disturbi persistono o se l’elettromiografia dimostra un evidente stato di sofferenza del nervo, è indicato l’intervento chirurgico. Si tratta di un intervento della durata di circa 20 minuti, che viene effettuato in Day Hospital, con l’anestesia di tutto l’arto superiore.

L’intervento consiste nell’apertura del legamento che forma il soffitto del canale di Guyon, così da liberare il nervo dalla compressione. Eventuali cisti o lipomi che possono essere la causa della compressione vengono asportati.

Dopo l’intervento viene applicato un bendaggio non rigido. È necessario tenere la mano elevata e fare esercizio muovendo le dita.
Già dal giorno successivo è possibile effettuare qualche piccola attività con la mano (allacciare bottoni, impugnare una posata, scrivere). Non si devono effettuare sforzi o movimenti ripetuti.

 

Torna alla pagina di presentazione dell'Unità Operativa di Chirurgia della Mano del CTO

Torna alla pagina principale